A quello che sto aspettando regalo questo cielo azzurro di cui non capisco il senso, mischiato a questo tempo che corre e non sta dalla mia parte e a questa vita mia che io non so spiegare mai.
A quello che sto aspettando regalo queste giornate stanche, di vano entusiasmo e disperazione certa, con quest’ansia che si muove sotto una finta calma, la luce che sparisce ad ogni risveglio e tutto ciò che ormai io non mi aspetto più.
A quello che sto aspettando regalo queste esistenze vuote, che non mi aiutano a capire il significato del mio andare. Tutte le parole che non ho ancora scritto, qualche bella illusione di luglio, le ore che avrei preferito affidare a qualcun altro.
Chissà che forma ha quello che sto aspettando, quello che deve prender tutto ed arrivare in fretta. Chissà come si fa chiamare da chi lo aspetta come me. Perché non c’è più tempo. Qui non c’è più la possibilità di un eterno rimandare.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: