Faccio fatica a farmi strada in mezzo ai miei grovigli di pensieri e a volte inciampo su qualche filo delicato, fastidioso, che mi spoglia di ogni protezione. Vorrei mettere tutto da un lato e lasciare spazio, far prendere aria a una testa che rischia di soffocarsi. Tutto qui dentro si accavalla, si attorciglia, si ferisce. Tutto qui dentro dà vita a un ballo infinito su una musica che non sempre riesco a sentire. Le mie voglie sbattono l’una sull’altra fino a fondersi, a completarsi, e i miei vuoti si toccano e si uniscono creando spazi immensi di assenza. Le mie idee si accarezzano e poi si rifiutano, continuano a girare tutto intorno finché non apro loro una porta, e i miei sbagli continuano ad alzarsi in piedi e a farsi vedere nella loro integrità, mentre io cerco invano di stringerli fino a renderli piccoli e innocui. Fuori non si sente tutto questo frastuono, non si percepisce il casino che rimane intrappolato dentro di me e i mostri che visti da dentro sembrano orribili diventano incantevoli.

Unisciti alla discussione

3 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: